Peter Guralnick – Lost Highway

È più interessato al ritratto umano che all’analisi musicale, Guralnick, ma è attraverso la vulnerabile umanità di questi affreschi che i musicisti rivelano la loro autenticità, la reale sostanza di cui la loro musica è fatta. La concezione è la stessa di Feel Like Going Home (1971), qui però i racconti, scaturiti da incontri anche a più riprese con gli artisti, e attraverso la loro …

Deep Blues, A Musical Pilgrimage to the Crossroads

Uscito in un momento propizio durante il blues revival degli anni Ottanta/Novanta del secolo scorso, questo documentario girato nel 1990 fu importante per mostrare la vitalità di una tradizione regionale, il Delta blues, che si pensava defunta, e ancor più quella di un’antica variante poco conosciuta dal nuovo pubblico euro-americano di allora, l’hill country blues del North Mississippi. Scritto da Robert Palmer (1945-1997), autore di …

And This Is Maxwell Street, Vol. One and Two

Questi due dischetti contengono la musica registrata dal vivo in strada durante le riprese effettuate tra agosto e dicembre 1964 per il film-documentario di Mike Shea And This Is Free, dedicato alla fauna, alle attività e ai suoni dello storico mercato domenicale all’aperto di Maxwell Street a Chicago, oggi rimasto solo luogo della memoria, soprattutto per i discendenti dei commercianti ebrei fondatori, e leggenda tra …

Mariano De Simone – Doo-dah! Doo-dah!

Il titolo riprende il ritornello di un famoso brano dell’Ottocento, Camptown Races, del padre della popular music nordamericana, Stephen Foster (lo stesso di Oh! Susanna), ed è esemplificativo del contenuto di questo testo incentrato sulla nascita e lo sviluppo dell’identità musicale statunitense. Non specifico “popolare” volutamente parlando di identità musicale perché il rinascimento culturale dell’Ottocento nordamericano, originatore di forme artistiche autoctone in seguito ad un …

M for Mississippi

Anche se risalgono al 2008 e sono quindi precedenti, queste riprese si possono considerare un completamento visivo al libro di Stolle, dato che riguardano la stessa materia negli stessi termini e più o meno gli stessi bluesman superstiti nell’odierno Mississippi. In origine c’era un progetto vago ma poi, presa consapevolezza della volontà di registrare dal vivo situazioni e uomini di blues nel loro ambiente, è …

And This Is Free

Un documentario d’interesse storico richiamante un vissuto irripetibile, rintracciabile ogni volta in cui si ascolta il blues elettrico di Chicago dei bei tempi: Maxwell Street acquisì una sua propria anima, un intangibile e incalcolabile capitale oggettivo, e rappresentò il folklore e il melting pot della città più di qualsiasi altro luogo. Filmati e fotografie d’epoca, storie e interviste sul mercato domenicale che vivacizzò Chicago per …

William Ferris – Il Blues del Delta

«Il Blues del Delta rappresenta il viaggio di un bianco privilegiato del Mississippi nei mondi della gente di colore in cui mi sono avventurato per la prima volta da bambino, nella fattoria in cui sono cresciuto, nei dintorni di Vicksburg, Mississippi. Ho riscoperto tali mondi in modi diversi, in seno al Movimento per i Diritti Civili. Questo libro descrive i miei primi passi nello studio …

J.B. Hutto – Bio-discografia 1977/1983

Dopo la morte di Hound Dog Taylor, nel 1976 Hutto eredita la sua band storica, The Houserockers, cioè il chitarrista Brewer Phillips e il batterista Ted Harvey, con i quali c’è già familiarità e affinità musicale avendo “il Dog” condiviso con lui la scena di Chicago e una simile vena stilistica. Brewer Phillips era un mississippiano doc classe 1924 scomparso nel 1999, allievo di Memphis …

J.B. Hutto – Bio-discografia 1954/1976

Joseph Benjamin Hutto nasce in una fattoria a Blackwell, South Carolina, il 26 aprile 1926; alcune fonti dicono 1929, ad Augusta, Georgia, confondendo il fatto che la sua famiglia si trasferisce lì quando lui ha 3 anni. Suo padre Calvin è contadino e diacono alla chiesa locale, e Joseph entra nel mondo della musica ad Augusta, cominciando a cantare da piccolo con tre fratelli e …

The !!!! Beat – Vol. 6

In questo DVD finale con le ultime cinque puntate dello spettacolo ideato e condotto dal dj WLAC William ‘Hoss’ Allen, l’house band The Beat Boys rimane sostanzialmente la stessa (vedi vol. 1) nonostante qualche cambiamento (gli ultimi sono stati l’abbandono di ‘Gatemouth’ Brown e l’arrivo di un trombonista al posto di un sassofonista), ma è meno presente. Tra i loro strumentali, sempre interessanti e dal …

The !!!! Beat – Vol. 5

Come di consueto per i dettagli sul programma televisivo, e sul suo ideatore e presentatore, il dj William ‘Hoss’ Allen, rimando agli articoli sui volumi precedenti, in particolare al primo, e agli altri (II, III e IV) per tutti gli artisti presentati fino a questo momento. Qua sono comprese le puntate dalla 18 alla 21, e la house band The Beat Boys offre sempre dal …