Memphis, Tennessee – pt 5

Graceland, Memphis

Graceland, 3764 Elvis Presley Boulevard. A meno che non si sia irriducibili di Elvis, il dubbio può salire a chi atterra nella River City in cerca di reperti aventi a che fare con la musica: Graceland val la pena? Che c’entra con il blues? Non è meglio risparmiare tempo e denaro? Che piaccia o no, Elvis è stato un erede genuino della musica che amiamo, ha ispirato intere generazioni e …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Memphis, Tennessee – pt 4

B.B. King's Club

Altre immagini da Beale Street, ex-Mitchell’s, W.C. Handy, Rum Boogie Cafe, Hard Rock Cafe, Elvis contest, Tap Room, B.B. King’s Club, Lansky Bros, tombe di Bukka White, Rufus Thomas, Al Jackson Jr, Bar-Kays …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Memphis, Tennessee – pt 3

I love Soulsville

On this site stood Stax Records, Inc. which boasted such stars as Otis Redding, Rufus and Carla Thomas, Isaac Hayes, the Staple Singers, Albert King, the Bar-Kays, and many others. It relied upon its deep soul roots to carry it through, struggling from a back-street garage in 1957 to become a multi-million-dollar organization. Dell’edificio originale non è rimasto nulla, raso al suolo nel 1988 e i mattoni venduti come souvenir …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Memphis, Tennessee – pt 2

De Soto Bridge, Memphis

Partito come mostra itinerante, dal 2000 aveva trovato casa nell’impianto della Gibson, mentre ora il Rock ‘n’ Soul Museum è in questo nuovo edificio, tra la Gibson Factory e il Fed-Ex Forum, a due passi dal termine della Beale Street pedonale. Da qui si possono anche prendere shuttle gratuiti per Graceland e il Sun Studio. Davanti all’entrata blues marker dedicato ai mississippiani che nel corso del Novecento sono giunti a …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Memphis, Tennessee – pt 1

Beale St.

Ecco il primo di una lunga serie di articoli ambientati da quelle parti, e non posso non cominciare da Memphis, inizio e fine di duemila e duecento miglia attraverso il Mississippi, cioè tremilacinquecento chilometri. Spazi sconfinati, piccole comunità, backroads, rovine, lotti vuoti, persone, suoni, silenzi, acque, non so bene come raccontarli; ciò che ha presenza tangibile porta un carico di storia sottilmente o platealmente percepibile, arricchendosi di spirito, voci, musica, …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Deep Blues, A Musical Pilgrimage to the Crossroads

Deep Blues, A Musical Pilgrimage to the Crossroads

Uscito in un momento propizio durante il blues revival degli anni Ottanta/Novanta del secolo scorso, questo documentario girato nel 1990 fu importante per mostrare la vitalità di una tradizione regionale, il Delta blues, che si pensava defunta, e ancor più quella di un’antica variante poco conosciuta dal nuovo pubblico euro-americano di allora, l’hill country blues del North Mississippi. Scritto da Robert Palmer (1945-1997), autore di un libro fondamentale dallo stesso …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Filmati

Bobby Bland – Two Steps from the Blues

Bobby Bland, Two Steps from the Blues

La scusa per parlare di Bobby ‘Blue’ Bland è un recente dischetto che al suo sorprendente primo album solista (Duke LP 74, 1961) originariamente con dodici tracce, ne aggiunge altrettante pescate tra le incisioni effettuate per la stessa etichetta tra il 1955 e il 1960. Non c’è nessun inedito dato che il suo corpus discografico per Duke, prodotto in vent’anni, è stato ripubblicato in tre doppi CD con il titolo …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Respect Yourself – Stax Volt Revue

Respect Yourself, Stax Volt Revue

In Memphis in the ’60s, people who couldn’t dine together joined together to make music, soul music, at a place called Stax. È il preambolo di quest’altra bella pubblicazione Reelin’ in the Years uscita nel 2007, quarant’anni dopo il tour in Europa della Stax/Volt Revue. Il primo dei due DVD è la storia, narrata da Samuel Jackson, della piccola grande casa discografica partita in un garage di Brunswick, Tennessee. Il …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Filmati

Peter Guralnick – Sweet Soul Music

Sweet Soul Music, Peter Guralnick

«La musica soul del Sud è il prodotto di un’epoca e di un insieme di fattori sociali difficilmente ripetibili». Questa frase dell’autore in premessa racchiude non solo il contenuto del testo, ma anche la natura del genere soul, essenzialmente legata a un’era di grandi cambiamenti, gli anni 1960. Guralnick ammette che quando inizia a scrivere il libro ha alcuni preconcetti e idee non veritiere sulla soul music, una serie di …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Libri

Rosco Gordon – Memphis Tennessee

Rosco Gordon, Memphis Tennessee

Memphis, Tennessee, take 101.000. Con questo solenne quanto ironico parlato di Rosco Gordon, annunciante un improbabile progressivo di registrazione, inizia uno squisito comeback album degli anni 2000 offrente un vivido e fedele ritratto di uno dei principali fautori del R&B di Memphis degli anni 1950, grazie a un artista ancora brillante, un’attenta produzione (Duke Robillard), e una indie canadese, Stony Plain. L’incipit è quello di Memphis Tennessee, spumeggiante swing rock …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Steve Cropper – With a Little Help from My Friends

Steve Cropper, With a little help from my friends

Nello stesso anno di Jammed Together, 1969, Steve Cropper registrò anche questo disco superbo, poco prima di lasciare la casa di Memphis che poi chiuse ufficialmente i battenti agli inizi del 1976, già in crisi economica e artistica da qualche anno, e alla fine in bancarotta. Uscì prima della fine dell’anno credo direttamente per Stax, poi nel 1971 per la sussidiaria Volt, e nel 1990 con la masterizzazione digitale di …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi