Memphis, Tennessee – pt 1

Beale St.

Ecco il primo di una lunga serie di articoli ambientati da quelle parti, e non posso non cominciare da Memphis, inizio e fine di duemila e duecento miglia attraverso il Mississippi, cioè tremilacinquecento chilometri. Spazi sconfinati, piccole comunità, backroads, rovine, lotti vuoti, persone, suoni, silenzi, acque, non so bene come raccontarli; ciò che ha presenza tangibile porta un carico di storia sottilmente o platealmente percepibile, arricchendosi di spirito, voci, musica, …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Peter Guralnick – Lost Highway

Peter Guralnick, Lost Highway

È più interessato al ritratto umano che all’analisi musicale, Guralnick, ma attraverso la vulnerabile umanità di questi affreschi i musicisti rivelano la loro autenticità, la reale sostanza di cui la loro musica è fatta. La concezione è la stessa di Feel Like Going Home (1971), qui però i racconti, scaturiti da incontri anche a più riprese con gli artisti, e attraverso la loro viva voce, rendono omaggio soprattutto a personaggi …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Libri

Bobby Bland – Two Steps from the Blues

Bobby Bland, Two Steps from the Blues

La scusa per parlare di Bobby ‘Blue’ Bland è un recente dischetto che al suo sorprendente primo album solista (Duke LP 74, 1961) originariamente con dodici tracce, ne aggiunge altrettante pescate tra le incisioni effettuate per la stessa etichetta tra il 1955 e il 1960. Non c’è nessun inedito dato che il suo corpus discografico per Duke, prodotto in vent’anni, è stato ripubblicato in tre doppi CD con il titolo …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Rosco Gordon – Memphis Tennessee

Rosco Gordon, Memphis Tennessee

Memphis, Tennessee, take 101.000. Con questo solenne quanto ironico parlato di Rosco Gordon, annunciante un improbabile progressivo di registrazione, inizia uno squisito comeback album degli anni 2000 offrente un vivido e fedele ritratto di uno dei principali fautori del R&B di Memphis degli anni 1950, grazie a un artista ancora brillante, un’attenta produzione (Duke Robillard), e una indie canadese, Stony Plain. L’incipit è quello di Memphis Tennessee, spumeggiante swing rock …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi