New Orleans 1987

New Orleans: amore a prima vista. Dura ancora.
Oltre alla grande storia musicale: l’architettura, la cultura, le acque, il fascino decadente del quartiere francese, il misticismo, i morti, i “santi”, le regine del voodoo. Conoscevo poco allora, ero nei primi vent’anni, ma questa per certi versi ancora esotica città sul Mississippi mi affascinò dal primo momento, confermando le mie aspettative.
French Quarter, St Louis Cathedral, battello a vapore Natchez, la mia prima volta alla Preservation Hall, e gli antichi streetcar, nel titolo di un noto dramma di Tennessee Williams, A Streetcar Named Desire (Un tram chiamato desiderio), ambientato a New Orleans.
Fu un primo piccolo assaggio. Per altro materiale su New Orleans, naturalmente soprattutto d’origine musicale, rimando agli articoli (e foto) di viaggio del 2010 in tre puntate (la prima al link sopra). Inoltre, alle varie recensioni di libri (Jeff Hannusch, Michael P. Smith, Marsalis), dischi e concerti (Toussaint, Dr John (un concerto e un disco), Smiley Lewis, Lloyd Price, Prof. Longhair [1 di 2 dischi], James Booker [c.s.], La Fete Cultural…).

Pubblicato da Sugarbluz in BLUES & PICS // 11 Aprile 2010
È vietata la riproduzione anche parziale di questo articolo senza autorizzazione
, , , , , , , ,
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.