Hash Brown’s Texas Blues Revue

Dai biscotti di Zuzu Bollin alle frittelle di patate di Brian ‘Hash Brown’ Calway il passo è breve. A chi ha viaggiato negli Stati Uniti sarà capitato d’imbattersi nei gustosi hash brown, piatto dell’abbondante colazione anglosassone servita entro le 10/11 di mattina, adatta ai pionieri alla conquista del selvaggio west, ai coal miner e ai gandy dancer, ma anche ai …

Zuzu Bollin – Texas Bluesman

A.D. Bollin venne al mondo il 5 settembre 1922 a Frisco, Texas nord-orientale, a cinquanta chilometri da Dallas, dove si trasferì con la madre negli anni 1930. Fece il militare in Marina dal 1944 al 1946 e nel 1947 cominciò a suonare professionalmente, già da ragazzino impressionato da alcuni artisti fondamentali del primo blues registrato, sentiti sui dischi degli zii. …

Rosco Gordon – Memphis Tennessee

Memphis, Tennessee, take 101.000.Con questo solenne quanto ironico parlato di Rosco Gordon, annunciante un improbabile progressivo di registrazione, inizia uno squisito comeback album degli anni 2000 offrente un vivido e fedele ritratto di uno dei principali fautori del R&B di Memphis degli anni 1950, grazie a un artista ancora brillante, un’attenta produzione (Duke Robillard), e un’indie canadese, Stony Plain.L’incipit è …

Nappy Brown – Long Time Coming

Mentre sto scrivendo queste righe, 27 settembre 2008, molto lontano da qui, a Charlotte, North Carolina, sono in corso i funerali di uno degli ultimi shouter di successo degli anni 1950. Napoleon Brown Culp, classe 1929, in arte Nappy Brown, fu parte del circuito gospel degli anni 1940 prima di diventare una star di Savoy Records, in rappresentanza di quell’affascinante …

Big Mama Thornton in Europe

Uscito su CD nel 2005, circa un anno dopo rispetto a With the Muddy Waters Blues Band, In Europe fu registrato qualche mese prima, il 20 ottobre 1965 ai Wessex Studios di Londra, cogliendo Chris Strachwitz l’occasione durante l’American Folk Blues Festival. La differenza con l’altro Arhoolie è che questo è più formale sia come repertorio che come esecuzione, probabilmente …

Big Mama Thornton with The Muddy Waters Blues Band

Quando Bessie Smith morì nel lontano 1937, Willie Mae Thornton era nata da quasi undici anni. È bello supporre che fu allora che Bessie le passò il testimone. Willie Mae, con un padre predicatore e una madre cantante in chiesa, era destinata a cantare il gospel, e invece agli inizi degli anni 1940 a quattordici anni lasciò la sua città …

B.B. King – My Sweet Little Angel

Che dell’etichetta londinese Ace ci si possa fidare è fatto assodato ormai, e uno dei lati più interessanti è la proprietà del catalogo della storica Modern Records di Hollywood (e relative RPM, Crown, Kent) dei fratelli Bihari, etichetta a cui associo un’importante attività tra la fine degli anni 1940 e i primi 1960. In quel periodo molti bluesman del sud …

Robert Jr Lockwood – Steady Rollin’ Man

Come Chicago Beat degli Aces anche Steady Rollin’ Man di Robert Lockwood nacque nel primo periodo di riscoperta del blues: suoni provenienti da un’altra epoca attraversanti la metà degli anni 1960, creando un piccolo varco tra i generi più in voga del tempo. Riscoperta da parte del pubblico s’intende, non rinascita di una musica che aveva comunque continuato a esistere, …

The Aces – Chicago Beat

The Aces fu la più richiesta, snella, potente e swingante sezione ritmica del blues del secondo dopoguerra di Chicago. Dopo più di vent’anni passati come gruppo solista e di accompagnamento, in studio e dal vivo, dei più bei nomi della città (tra le collaborazioni più riuscite quelle con Little Walter e Otis Rush), agli albori degli anni Settanta la formazione …

Steve Cropper – With a Little Help from My Friends

Nello stesso anno di Jammed Together, 1969, Steve Cropper registrò anche questo disco superbo, poco prima di lasciare la casa di Memphis che poi chiuse ufficialmente i battenti agli inizi del 1976, già in crisi economica e artistica da qualche anno, e alla fine in bancarotta. Uscì prima della fine dell’anno credo direttamente per Stax, poi nel 1971 per la …

Cropper/Staples/King – Jammed Together

Se è vero che l’essenziale è invisibile agli occhi, è pur vero che l’essenziale a volte si può sentire. Non ci sarebbe molto altro da dire, è già abbastanza un mistero per me comprendere come sia possibile rendere un disco di plastica con un buco in mezzo una piccola opera d’arte, quando poi girandolo da entrambe le parti non si …