Guitar Gable – Cool Calm Collected

Guitar Gable, Cool Calm Collected

Vecchie, rugose incisioni irradianti note sporche cariche di eco e storia, tanto che la si può vedere, quella storia, con un po’ d’immaginazione. Negli anni 1950, davanti a una platea scalmanata di giovani bianchi al ballo scolastico, in un torrido juke-joint afroamericano o in un locale cajun, questa musica era altrettanto grezza, ma risuonava con tutta la sua forza e …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Slim Harpo – The Excello Singles Anthology, Disc One

Slim Harpo, The Excello Singles Anthology I

Tre grandi successi (I’m a King Bee, 1957, Rainin’ in My Heart, 1961, Baby Scratch My Back, 1966), diversi minor hit e canzoni sue rifatte da un numero considerevole di artisti, da Clifton Chenier agli Stones passando da Muddy Waters, per dirne solo qualcuno. Il bluesman di maggior successo commerciale tra quelli di J.D. Miller, e allo stesso tempo il …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Lonesome Sundown – I’m a Mojo Man

Lonesome Sundown, I'm A Mojo Man

Un disco ben fatto dall’inizio alla fine: divertente, vario, essenziale, e potrei continuare nelle qualità di questa ennesima e necessaria raccolta Ace Records, etichetta inglese a cui auguro lunga vita. Finiti i meriti di ricerca, acquisizione, masterizzazione, pubblicazione e diffusione, torniamo a quelli propri di una figura come Lonesome Sundown, dei suoi incredibili accompagnatori, e dell’uomo che permise posterità a …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Lightnin’ Slim – It’s Mighty Crazy!

Lightnin' Slim, Mighty-Crazy

If it wasn’t for bad luck, Po’ Lightnin’ wouldn’t have no luck at all. Questo esemplare verso errante del blues è rimasto legato a Lightnin’ Slim, ed è uno dei primi che cantò nel microfono dello studio di J.D. Miller (visibile in copertina) alla sua prima sessione di registrazione nel 1954. Bad Luck portò fortuna: fu il suo primo disco …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Lazy Lester – I Hear You Knockin’!

Mi ricordo ancora quel gelido giorno di gennaio del 1971, quando io e Lightnin’ Slim aspettammo alla stazione dei bus a Pontiac, Michigan, l’arrivo del suo vecchio partner, Lazy Lester. Il bus arrivò e andò, ma di Lester nessuna traccia. Mentre chiedevo informazioni presso lo sportello, un passeggero che era appena uscito dallo stesso bus mi sentì e disse che …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi