Hills, Mississippi – pt 3

Hernando, Mississippi water tower

Senatobia, sede della contea Tate. Città apparentemente anonima, eppure è stata un altro fulcro caratteristico dell’hill country blues, della tradizione fife & drum e della musica popolare pre-blues per strumenti a corda, generalmente nota come old time music. Di tutto ciò oggi non c’è traccia. Come altre cittadine a nord di qui sulla direttiva della I 55 (tipo Hernando, Nesbit, …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Hills, Mississippi – pt 2

Tate-Panola Road, Como, Mississippi

Como, Panola County. La contea Panola è un po’ Delta e un po’ Hill Country: appartiene alla regione Hills, ma confina con il Delta. Il primo insediamento fu di George Tait e signora quando nel 1832 arrivarono dalla Georgia e comprarono la terra…

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Sunflower River Blues & Gospel Festival, Clarksdale, Ms

Sunflower River Blues & Gospel Festival

Forse l’afa non si può fotografare, ma l’umidità sull’obiettivo rende una leggera patina vaporosa visibile solo in foto: nella realtà non si vede però si sente, equivalendo ad una temperatura superiore ai 100° fahrenheit. È probabile che sia proprio il caldo e il periodo di metà agosto a far sì che a questo festival non ci sia troppa gente, almeno …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Concerti

Deep Blues, A Musical Pilgrimage to the Crossroads

Deep Blues, A Musical Pilgrimage to the Crossroads

Uscito in un momento propizio durante il blues revival degli anni Ottanta/Novanta del secolo scorso, questo documentario girato nel 1990 fu importante per mostrare la vitalità di una tradizione regionale, il Delta blues, che si pensava defunta, e ancor più quella di un’antica variante poco conosciuta dal nuovo pubblico euro-americano di allora, l’hill country blues del North Mississippi. Scritto da …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Filmati

Mariano De Simone – Doo-dah! Doo-dah!

Mariano De Simone, Doo-dah! Doo-dah!

Il titolo riprende il ritornello di un famoso brano dell’Ottocento, Camptown Races, del padre della popular music nordamericana, Stephen Foster (lo stesso di Oh! Susanna), ed è esemplificativo del contenuto di questo testo incentrato sulla nascita e lo sviluppo dell’identità musicale statunitense. Non specifico “popolare” parlando di identità musicale perché il rinascimento culturale dell’Ottocento nordamericano, originatore di forme artistiche autoctone …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Libri