Articoli relativi a: Houston Stackhouse

Houston Stackhouse (28 sett. 1910, Wesson, Ms – 23 sett. 1980, Helena, Ar), chitarrista che incise poco come solista e ancora meno pubblicato in vita. Lavorò soprattutto come sideman, ma fu figura centrale per influenza diretta (insegnò al cugino Robert Nighthawk, a Jimmy Rogers, a Sammy Lawhorn) e per la sua presenza sulla scena blues lungo un esteso arco musicale, mantenuta intatta fino in tempi recenti. Dagli inizi a Crystal Springs ispirato soprattutto da Lonnie Chatmon dei Mississippi Sheiks e da Tommy Johnson, dove imparò violino, armonica, mandolino e chitarra, e in cui suonava in string bands, a Helena, Arkansas, dove negli anni 1940 fu uno dei primi chitarristi del Delta a esibirsi dal vivo in radio, con Nighthawk alla KFFA e S.B. Williamson II nel King Biscuit Time. Tra i tanti musicisti con cui suonò residenti nella sua stessa zona, Robert Johnson, Tommy Johnson e i suoi fratelli più giovani Clarence e Mager, Houston Boines, Boyd Gilmore, ma il suo contributo s’estese anche a musicisti più urbani come Roosevelt Sykes, Robert Jr Lockwood, Little Walter, Elmore James, Ike Turner. Negli anni 1970 visse a Memphis suonando con Joe Willie Wilkins, esibendosi anche come solista nei college e nei festival nell’epoca del blues revival, ma alla fine del decennio tornò a Crystal Springs.

Peck Curtis drums, Helena, Arkansas

Helena, Arkansas

L’Helena Bridge eleva la Highway 49 sul fiume Mississippi e segna il confine tra l’Arkansas e il Mississippi. Il cartello dice: Welcome to Arkansas, The Natural State. Enormi chiatte avanzano lentamente sul fiume. Traghettano...