Articoli relativi a: Ike Turner

Izear Luster Turner Jr (1931, Clarksdale, MS – 2007, San Marcos, CA), noto come Ike Turner, pianista, chitarrista e pioniere del rock ‘n’ roll presso Sun Records di Sam Phillips a Memphis, oltre che produttore, talent scout, bandleader e autore. Difficile condensare brevemente Ike Turner, figura importante per la carriera di molti, per l’evoluzione del blues e del rhythm and blues, per la grande influenza che esercitò, per la sua attività musicale di per sé. Eccelleva come bandleader, ed era un chitarrista di talento e inventiva.
Il padre fu picchiato da un gruppo di bianchi riportando ferite che lo condussero prima all’invalidità e poi alla morte quando Ike aveva cinque anni; assistette poi ad altre violenze e ne subì di persona dal compagno alcolista della madre. Prese lezioni non formali di piano boogie da Pinetop Perkins. Capì presto che doveva lavorare nella musica, ma non necessariamente in primo piano; preferiva organizzare, dirigere o arrangiare, suonando in seconda fila e controllando la performance da lì, in studio o dal vivo.
A Clarksdale lasciò la scuola tredicenne e lavorò all’Alcazar Hotel come ascensorista e inserviente, e in seguito fu dj presso la stazione WROX, nello stesso stabile dell’albergo. Lì negli anni 1950 accompagnò Robert Nighthawk (insieme al pianista Ernest Lane, uno dei due alla batteria) nelle sue trasmissioni live alla radio, e nelle esibizioni del chitarrista nell’area. Suonò localmente anche con Elmore James, Muddy Waters e Little Walter.
Con i suoi Kings of Rhythm arrivò a Memphis agli inizi del 1951 presso il neonato studio di Sam Phillips per registrare l’epocale proto-rock ‘n’ roll Rocket 88, pubblicato su Chess a nome di Jackie Brenston and His Delta Cats (con disappunto di Turner, che incolpò Phillips; Brenston, il sassofonista, prestò la voce perché il cantante dei Kings, Johnny O’Neal, se n’era andato) e arrivato al primo posto della classifica Billboard. Dopo il successo, la band si sfaldò.
Turner da quel mezzo milione di vendite ricavò solo i venti dollari della sessione, e ritrovandosi senza band si trasferì a West Memphis, AR, suonando con vari gruppi e operando come talent scout, produttore e pianista nelle sessioni che organizzava per Sun Records di Phillips e Modern Records dei f.lli Bihari, scoprendo e/o aiutando diversi artisti, come B.B. King, Rosco Gordon, Howlin’ Wolf, Bobby Bland (v. articolo sotto), Boyd Gilmore, Houston Boines, Little Milton, Junior Parker, e altri. Scrisse anche brani per i quali non ebbe mai ricavi avendoli i Bihari registrati con i loro nomi, come usavano fare con tutti i loro artisti. Registrò il primo singolo di Parker e con lui formò una band che comprendeva Matt ‘Guitar’ Murphy.
Cominciò a suonare la chitarra nelle sessioni del 1953, giusto in tempo per provare la nuova Fender Stratocaster. Tra le caratteristiche più evidenti del suo stile il vibrato ottenuto con la leva, ricco di riverbero, e i fraseggi selvaggi carichi di “ganci” orecchiabili alla Freddie King, ma eseguiti con una ferocia impareggiabile (come solista alla chitarra vedi la raccolta Ace Ike Turner & His Kings of Rhythm, Ike’s Instrumentals, con registrazioni tra il 1954 e il 1965).
Con l’assistenza di Joe Bihari costruì uno studio di registrazione nell’ex stazione dei bus Greyhound a Clarksdale (v. articolo sotto), dove i session player erano i Kings of Rhythm; con loro in quello studio suonò in diversi dischi per Modern/RPM e Flair, tra cui qualche suo strumentale. Accompagnò Elmore James per Flair, fece registrare Johnny Ace per Modern, e scoprì anche Billy ‘The Kid’ Emerson, che registrò per Sun e che Ike accompagnò alla chitarra nel 1954. Registrava dove poteva, dallo studio di Phillips (dischi a nome suo e della band) alla radio KWEM di West Memphis (Howlin’ Wolf), dalla casa di Tuff Green (v. articolo sotto su Bobby Bland) alla YMCA (B.B. King, Rosco Gordon) a Memphis, dal Casablanca Lounge di Greenville (Boyd Gilmore, Houston Boines, Charley Booker) a Little Rock, AR (Driftin’ Slim), dal Club Desire di Canton, MS (Elmore James) ad altri luoghi non ben identificati a West Memphis, a Los Angeles, da solo o con Joe Bihari (v. il CD Ace The Traveling Record Man, Historic Down South Recording Trips of Joe Bihari & Ike Turner, sugli inizi degli anni 1950).
Nel 1954 con una versione riformata dei Kings of Rhythm (Willie Kizart, il chitarrista di Rocket 88, Willie ‘Bad Boy’ Sims, Johnny O’Neal, Jessie Knight Jr, e la moglie di Turner, Annie Mae Wilson, al piano) divenne molto noto nel circuito dei club, anche frequentati da bianchi, di tutta l’area di St Louis, dove prese residenza dopo l’invito del titolare di un locale di East St Louis a suonare come house band. Registrò (anche a suo nome) presso Federal Records di Cincinnati (1956-1957), e per Cobra/Artistic a Chicago (1958-1959, accompagnando alla chitarra anche Buddy Guy, Magic Sam, Otis Rush nel noto Double Trouble). Per King Records nel 1961 suonò il piano nel primo successo di Albert King, Don’t Throw Your Love on Me So Strong, ma intanto a East St Louis nel 1956 aveva conosciuto e preso come cantante nei Kings Anna Mae Bullock, che sposò e con cui nel 1960 formò l’Ike & Tina Turner Revue raggiungendo la maggior popolarità, ma qui inizia un’altra storia.

The Crossroads, Clarksdale, Ms

Clarksdale, Mississippi – pt 1

Clarksdale. Nonostante sia quanto di più idealmente lontano dal famigerato incrocio a cui si attribuisce il mito della cessione dell’anima al diavolo da parte di Robert Johnson, e che ad esser precisi le due...

Beale Street, Memphis, Tn

Memphis, Tennessee – pt 1

Primo di una lunga serie di articoli ambientati da quelle parti, non posso non cominciare da Memphis, inizio e fine di duemiladuecento miglia attraverso il Mississippi, cioè tremilacinquecento chilometri. Spazi sconfinati, piccole comunità, backroads,...

Bobby Bland, Two Steps from the Blues

Bobby Bland – Two Steps from the Blues

La scusa per parlare di Bobby ‘Blue’ Bland è un recente dischetto che al suo sorprendente primo album solista (Duke LP 74, 1961) originariamente con dodici tracce, ne aggiunge altrettante pescate tra le registrazioni...