Articoli relativi a: Little Brother Montgomery

Eurreal Wilford ‘Little Brother’ Montgomery (1906-1985), cantante/pianista blues/jazz della Louisiana in stile barrelhouse e boogie, uno dei pianisti più attivi e noti in Mississippi nell’epoca tra le due guerre, influenzato da Jelly Roll Morton. Cominciò a suonare da bambino in una famiglia di musicisti con la quale negli anni Venti si spostò a Norfield, sawmill town nel Mississippi del sud, dove il padre lavorava per una compagnia di legname. Vissero lì fino al 1931, quando la segheria si spostò a Canton seguita dai Montgomery e dalla maggior parte dei lavoratori. I campi di lavoro, delle vere e proprie comunità, pur temporanee, erano sempre forniti di locali di svago con pianoforte, e offrivano buone opportunità di lavoro per i musicisti. Eurreal Montgomery girava tutti quelli nei dintorni, ma anche i locali e le feste delle città limitrofe, come Vicksburg (v. sotto), Jackson, Brookhaven, McComb, Gulfport, New Orleans.
Vicksburg Blues (1930), fu il suo signature song e divenne un successo richiesto a qualsiasi pianista blues del sud, oggi uno standard conosciuto più come 44 Blues nella versione di Roosevelt Sykes. Negli anni 1930 si trasferì a Jackson e guidò una sua band, Southland Troubadors, che s’esibiva anche nelle locali stazioni radio. Montgomery poi registrò (a New Orleans) a suo nome, senza band, ventidue lati tutti pubblicati da Bluebird tra il 1935 e il 1936. Dopo aver girato e vissuto in altre città del Mississippi del sud, come Yazoo City (e anche in Texas, a Beaumont), si stabilì definitivamente a Chicago nel 1942 contribuendo come solista e come accompagnatore, e in seguito partecipando al folk-blues revival degli anni 1960.
‘Little Brother’ Montgomery ispirò direttamente diversi giovani musicisti della sua area, tra cui il nativo di Vicksburg Willie Dixon e, a Jackson, i cugini pianisti Otis Spann e Johnnie Jones. Influenzò Arthur ‘Big Boy’ Crudup, Sunnyland Slim, e Skip James che, nel presentare la sua versione di Vicksburg Blues sul tardivo Skip’s Piano Blues (1965), dice: “(…) Vicksburg, where I run upon Little Brother”.
Paul Gayten, bandleader a New Orleans e produttore, talent scout, autore e musicista per Chess Records, era suo nipote (figlio di sua sorella Aris); Gayten registrò con il suo trio nel primo studio di Cosimo Matassa uno dei diversi successi che DeLuxe Records ottenne nella Crescent City a partire dal 1947, Since I Fell for You, cantato da Annie Laurie, anche questo oggi uno standard nel tempo reinterpretato da decine di artisti.

Margaret's Grocery and Market, Vicksburg, Mississippi

Vicksburg, Mississippi

Nei pressi di Cary, sulla Highway 61 poco prima di Onward, luogo della mancata caccia all’orso di Theodore Roosevelt (ne ho parlato in Hollandale & Rolling Fork). Se si ha tempo la vicina Delta...