Da Yazoo City a Belzoni, Mississippi

Broad Lake, Yazoo County, Mississippi

Nei pressi di Yazoo City. Nella Yazoo County, con una popolazione largamente rurale distribuita tra fattorie e piantagioni, l’attività musicale è fiorita a piccoli grappoli: il blues di Bentonia ne rappresenta l’isolamento. Solo a Yazoo City (oggi di circa undicimila abitanti) si poteva trovare il tipo di intrattenimento che s’aveva a Clarksdale, Greenville, Vicksburg o Indianola, nei teatri, sale da …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Jackson, Mississippi – pt 1

'Bluesman' McKinney Williams

I liked Jackson better than I did either Memphis or New Orleans. Blues was more popular. Anytime you go to Jackson, they’s be telling us, “Put me down there where they chunkin’ tin cans”. They mean just play ‘em as low as you can get to ‘em, then. Where they going to chunk tin cans, that’s in the alley. You …

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Peter Guralnick – Lost Highway

Peter Guralnick, Lost Highway

È più interessato al ritratto umano che all’analisi musicale, Guralnick, ma attraverso la vulnerabile umanità di questi affreschi i musicisti rivelano la loro autenticità, la reale sostanza di cui la loro musica è fatta. La concezione è la stessa di Feel Like Going Home (1971), qui però i racconti, scaturiti da incontri anche a più riprese con gli artisti, e …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Libri

The American Folk Blues Festival 1962-1969, Vol. Three

American Folk Blues Festival vol. 3

Il terzo volume dell’American Folk Blues Festival offre altre diciotto performance, di cui solo sei prodotte da Lippmann per la stessa televisione tedesca che diede inizio alle riprese dei bluesman americani in Europa (vedi volumi 1 e 2) tratte dai festival del 1962, 1965 e 1966. Altre nove del 1967 provengono dalla televisione danese, una dal tour del 1969 con …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Filmati

Otis Spann – Sessioni soliste 1967-1970

Otis Spann, The bottom of the blues

Mentre Chess con l’inizio del 1967 s’apre alla moda delle super-sessioni (dischi Super Blues e Super Super Blues Band), che cito perché Otis Spann era tra gli accompagnatori, è ancora Testament a registrare più da vicino il pianista, questa volta dal vivo insieme alla MWB.La data e il luogo sono ignoti; nella discografia di Muddy è il 1967, in quella …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Otis Spann – Sessioni soliste 1963-1966

Otis Spann, Good Morning Mr Blues

Dopo le incisioni soliste del 1960 (v. precedente articolo), Otis Spann continua la consueta attività live e in studio con Muddy Waters, e come sessionman presso Chess. Negli anni 1960 le occasioni come sideman variano, non necessariamente sempre con artisti Chess e non solo nell’ambito della MWB (intesa come band che accompagna altri) o in quello dell’American Folk Blues Festival. …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Otis Spann – Is the Blues & Walking the Blues

Otis Spann Is The Blues

Otis Spann ha avuto una carriera discografica solista relativamente breve, ma dal 1960 molto di suo è stato messo sul mercato e guardando tra ristampe con aggiunte, riedizioni con strani missaggi, compilazioni, rarità, introvabili e roba varia, non è facile districarsi. Inoltre, ed è una curiosità, più di un’edizione ha adottato titoli che s’assomigliano comprendendo sempre la parola “blues” su …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

The American Folk Blues Festival 1962-1966, Vol. One

American Folk Blues Festival Vol. 1

Comincio con questo DVD il recupero di una serie di registrazioni fondamentali uscite qualche anno fa. Il lato positivo di questi ritardi fisiologici è, magari, poter eventualmente interessare una nuova fetta di appassionati che all’uscita di queste riprese era ancora troppo giovane o disinteressata, allungando così la vita a episodi musicali che meritano l’ambito dell’eternità. Inoltre noto che un altro …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Filmati

Big Maceo Merriweather – The King of Chicago Blues Piano

Big Maceo Merriweather, The Best Of

La definizione data da Arhoolie sulla copertina di questa raccolta può sembrare esagerata, di quelle per richiamare l’attenzione e per, appunto, definire il genere, ma porre Big Maceo Merriweather al vertice della genealogia del blues di Chicago non è affatto un eccesso. Basterebbe solo dire che per Otis Spann, il pianista del blues chicagoano per eccellenza, Big Maceo era un …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Robert Gordon – Hoochie Coochie Man

Robert Gordon, Hoochie Coochie Man

Quando Alan Lomax si recò nella piantagione Stovall in Mississippi, e chiese a McKinley A. Morganfield di registrare una canzone per lui, nessuno poteva immaginare che entrambi, in quel momento, 31 agosto 1941, stavano dando inizio a un capitolo importante non solo nella storia del blues, ma della musica moderna intera. Lomax era accompagnato da colui che aveva iniziato la …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Libri

Big Mama Thornton with The Muddy Waters Blues Band

Big Mama Thornton

Quando Bessie Smith morì nel lontano 1937, Willie Mae Thornton era nata da quasi undici anni. È bello supporre che fu allora che Bessie le passò il testimone. Willie Mae, con un padre predicatore e una madre cantante in chiesa, era destinata a cantare il gospel, e invece agli inizi degli anni 1940 a quattordici anni lasciò la sua città …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi