Helena, Arkansas

Robbie Roberton's sentence

L’Helena Bridge eleva la Highway 49 sul fiume Mississippi e segna il confine tra l’Arkansas e il Mississippi. Il cartello dice: Welcome to Arkansas, The Natural State. Enormi chiatte avanzano lentamente sul fiume. Traghettano di tutto…

Di più
Pubblicato in BLUES & PICS

Otis Spann – Is the Blues & Walking the Blues

Otis Spann Is The Blues

Otis Spann ha avuto una carriera discografica solista relativamente breve, ma dal 1960 molto di suo è stato messo sul mercato e guardando tra ristampe con aggiunte, riedizioni con strani missaggi, compilazioni, rarità, introvabili e roba varia, non è facile districarsi. Inoltre, ed è una curiosità, più di un’edizione ha adottato titoli che s’assomigliano comprendendo sempre la parola “blues” su …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

Tom Graves – Robert Johnson. Crossroads, il blues, il mito

Robert Johnson. Crossroads, il blues, il mito.

Nel chiedersi perché leggere l’ennesimo libro su Robert Johnson, forse proprio mentre lo si sta acquistando, ci si renderà conto che non esiste una risposta precisa. La più plausibile è che il mito affascina e, più che sperare di leggere verità oltre quelle conosciute o ipotizzate, magari si è solo curiosi di come possa essere sviluppato un testo attorno a …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Libri

Robert Jr Lockwood – Steady Rollin’ Man

Robert Lockwood, Steady Rollin' Man

Come Chicago Beat degli Aces anche Steady Rollin’ Man di Robert Lockwood nacque nel primo periodo di riscoperta del blues: suoni provenienti da un’altra epoca attraversanti la metà degli anni 1960, creando un piccolo varco tra i generi più in voga del tempo. Riscoperta da parte del pubblico s’intende, non rinascita di una musica che aveva comunque continuato a esistere, …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi

The Aces – Chicago Beat

The Aces, Chicago Beat

The Aces fu la più richiesta, snella, potente e swingante sezione ritmica del blues del secondo dopoguerra di Chicago. Dopo più di vent’anni passati come gruppo solista e di accompagnamento, in studio e dal vivo, dei più bei nomi della città (tra le collaborazioni più riuscite quelle con Little Walter e Otis Rush), agli albori degli anni Settanta la formazione …

Di più
Pubblicato in RECENSIONI, Dischi